__________________________________________________            ELIO TONIUTTI         _____________________________________________________________

Autoritratto 68x42 olio su compensato

Cristo 40x30 olio su cartone

Testa di donna 45x35 olio su compensato

Elio Toniutti nasce a Roma il 27 ottobre del 1929.
La su passione per la pittura è iniziata preparando i colori e pulendo i pennelli, nelle botteghe dei decoratori fino a quasi 18 anni. Ha frequentato, per alcuni anni, l’accademia delle belle arti di via Ripetta. Nel 1951 viene trasferito a Novara al 19° reparto mobile della polizia di stato, con il quale prende parte ai soccorsi durante l’alluvione del Polesine.
Una sua opera esposta al museo storico della polizia di stato, in via Castro Pretorio a Roma, rappresenta il salvataggio della popolazione ad opera dei reparti di cui Toniutti faceva parte.
Torna nella capitale nel 55/56 per un corso di specializzazione e al termine del 56/57 viene trasferito a Firenze. Si sposta a Sesto Fiorentino nei primi anni 60. E’ a Firenze, alle Giubbe Rosse, che incontra i grandi protagonisti della pittura passati alla storia: Pietro Annigoni, Silvio Loffredo, Dino Migliorini, Ottone Rosai, insieme ad altri grandi nomi. Ha partecipato a innumerevoli mostre, diverse volte anche alla triennale di Torino. Dal 1957 e per altri anni a seguire, ha esposto le sue opere durante le mostre tenutesi nell’Abbazia
di Vallombrosa. In occasione di eventi espositivi ha conosciuto Giorgio De Chirico, Carlo Domenici e Renato Natali. Le opere di Elio Toniutti sono richieste in gallerie d’arte di Milano e di via Margutta a Roma.
Ha eseguito su commissione dei religiosi della Basilica San Marco, di Piazza San Marco a Firenze, un’opera mezzo ovale di oltre 3 metri, su tela preparata da Rigacci, “Madonna con bambino”, esposta in una chiesa della Toscana. Dopo il 2005, Elio, diventa membro dell’Associazione Culturale LiberArte di Sesto Fiorentino e si distingue per la generosità nell’offrire molte delle sue opere per scopi di beneficenza che l’associazione spesso promuove.
Il Maestro oggi vive a Prato e purtroppo, avendo problemi alla vista, ha dovuto abbandonare definitivamente l’arte della pittura.
Note biografiche raccolte tramite intervista, fatta al Maestro Elio Toniutti, presso la sua abitazione di Prato, il 25 aprile 2016 dal Vicepresidente Fabrizio Finetti e dal referente arti visive di LiberArte Felice Giannelli.


                                                                                                                                          Fabrizio Finetti
                                                                                                                                  Vicepresidente LiberArte

Vaso con rose 42x32 olio su compensato

Pere e mele 25x60 olio su compensato

 

Pagina seguente >>

Nudo 72x51 olio su cartone