WebSite_LiberArte


Vai ai contenuti

Chi siamo



LiberArte
è un’ Associazione Culturale nata per la promozione delle Arti Visive e Letterarie in stretto rapporto con il territorio di Sesto Fiorentino e di Firenze.
Nella radice del nome vi è il concetto ispiratore dell’Associazione stessa, quello della Libertà di espressione e non solo: affinchè questa scelta fosse visiva e pubblica la prima mostra che abbiamo realizzato l’abbiamo riservata al 60° della Liberazione del Paese.
Quella fu una mostra fortunata e feconda: fortunata per la partecipazione intensa di molte persone, feconda perché ci ha consentito di aprire ad una successiva intensa attività volta al massimo coinvolgimento del territorio ed alla valorizzazione degli artisti, sempre nel rispetto delle espressioni individuali di quest’ultimi.
In questi anni abbiamo avuto la possibilità di costruire iniziative, oltre che nella sede di Villa San Lorenzo, negli eventi promossi e presentati a Sesto Fiorentino, nelle due Librerie cittadine, nella Biblioteca Comunale, con l'istituzione Culturale Sestoidee, con l’Assessorato all’Ambiente e Pari Opportunità per il quale abbiamo gestito due progetti espositivi.
Perseguiamo inoltre l’idea di un rapporto stretto con le altre Associazioni e per questo la nostra azione è volta ad ideare e proporre iniziative comuni.
Hanno partecipato e partecipano alle nostre iniziative pittori e scultori quali:
Giuliano Pini, Piero Tredici, Salvatore Cipolla, Giorgio Butini, Roberto Ceccherini, Venanzio Volponi, Anna Cecchetti, Mauro Conti, Gualtiero Risito, Gianni Calamassi e scrittori come Caterina Trombetti, Enrico Solito, Leonardo Gori, Andrea Carraresi, Parigi e Sozzi, Graziano Braschi e Lenio Vallati.

Adesso a oltre dieci anni dalla sua nascita e con l'acquisizione della sala
"San Sebastiano" presso la Pieve di San Martino, l'associazione si propone di continuare l'opera di sensibilizazione e socializzazione intrapresa fin dall'inizio con attività che orientano l'offerta culturale a 360° con l'inserimento di conferenze e spettacoli teatrali nella speranza di creare una sinergia virtuosa tra le varie discipline artistiche.

Guido Nardi




Torna ai contenuti | Torna al menu